Cerca nel blog

giovedì 23 febbraio 2017

Castagnole di Carnevale

Un articolo di Daniela (Luna Nera)


Le castagnole sono un dolce carnevalesco diffuso in tutta Italia; fa parte della tradizione culinaria soprattutto in Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio.





Impastati gli ingredienti principali (uova, zucchero, farina e burro) si formano delle palline che vengono poi fritte in olio bollente. Vengono servite con zucchero a velo o, in alcune varianti, anche con alchermes, miele o anice.

Ne esistono quattro varianti: una senza ripieno ed un'altra con ripieno alla crema pasticcera o alla panna. Un'altra variante si fa con farina, lievito, uova con rum e liquore per farle diventare palline spugnose perché all'interno dell' impasto diventa più soffice, un'altra variante con ripieno al cioccolato fondente o anche al cioccolato bianco. Altra variante è quella che prevede la cottura al forno.





La ricetta delle castagnole è sicuramente molto antica: è stato ritrovato nell'archivio di stato di Viterbo un volume manoscritto del Settecento in cui sono descritte ben quattro ricette di castagnole, di cui una prevede la cottura al forno, che quindi non è stata adottata recentemente nell'intento di rendere il dolce più leggero, come spesso si crede.

Nella tradizione italiana le castagnole sono considerate uno dei simboli del Carnevale.





La ricetta originale sarebbe questa:

Ingredienti:


370 gr. di farina 

60 gr. di burro 

80 gr. di zucchero

3 uova

1 cucchiaino da caffè di lievito vanigliato

1 limone grattugiato

sale

zucchero a velo

olio per frittura




Tempo di preparazione: 30 minuti
Tempo di cottura: 3 minuti
Dosi: per 40 castagnole
Difficoltà: normale
Costo: basso





Preparazione:



In una terrina ammorbidite il burro, incorporate lo zucchero e poi le uova, una alla volta, aspettando che si amalgami bene l’uovo prima di passare al successivo.



Mescolate e unite anche la buccia grattugiata del limone, un pizzico di sale e tanta farina quanto basta ad ottenere un impasto morbido e omogeneo. Alla fine aggiungete il lievito setacciato.



Staccate con le mani dall'impasto dei piccoli pezzetti e formateci delle palline.



Friggere le castagnole in abbondante olio bollente fino a che non assumono un bel colore dorato.



Toglietele dall'olio con l’aiuto di una schiumarola e mettetele ad asciugare su carta assorbente.



Prima di servirle, spolveratele con abbondante zucchero a velo o semolato.



In molte regioni è comune accompagnarle con del cioccolato fondente fuso e caldo nel quale intingerle quando si mangiano.



(testo e immagini dal web)


  •                                 

Nessun commento:

Posta un commento