Cerca nel blog

martedì 19 dicembre 2017

Natale, emozioni e leggende

(Daniela)





Non ci stanchiamo mai di raccontare leggende legate ad un periodo bellissimo come il Natale. Ci mette allegria e voglia di fare. Non importa letà, si tratta di una emozione indescrivibile che noi riviviamo attraverso racconti fantastici. Eccone qualcuno:



La leggenda dell’albero di Natale


Si dice, almeno secondo quanto narra la leggenda che l’abete è uno degli alberi dal giardino dell’Eden. Qualcuno dice che è l’albero della Vita le cui foglie si avvizzirono ad aghi quando Eva colse il frutto proibito e non fiorì più fino alla notte in cui nacque Gesù Bambino. Altri ancora, invece sostengono che Adamo portò un ramoscello dell’albero del bene e del male con lui dall’Eden. Questo ramoscello più tardi divenne l’abete che fu usato per l’albero di Natale e per la Santa Croce.


La slitta di Babbo Natale



Questa leggenda è nordica e si perde nella notte dei tempi: si diceva che un tempo la slitta fosse trainata da una renna, ma forse perché si affaticava troppo non è rimasta per troppo tempo senza compagnia e adesso si dice che siano ben otto. Successivamente se ne è aggiunta una nona, Rudolph. Ecco perché adesso Babbo Natale, riesce ad accontentare i milioni di bambini che lo aspettano in tutto il mondo.



La leggenda della Stella di Natale


Da secoli la stella di Natale si trova negli allestimenti tipici del Natale e sarebbe nata dal regalo ad un bimbo. Secondo quanto si dice il 25 dicembre di un anno dimenticato dalla storia, un bimbo povero entrò in una chiesa per offrire un dono a Gesù nel giorno della sua nascita. Triste e carico di vergogna oltre che poverissimo, per il suo poco degno mazzo di frasche, il bambino perse una lacrima fra quei ramoscelli che un miracolo trasformarono nel fiore più rosso e bello che i suoi occhi avessero mai visto.


- dal web -


Nessun commento:

Posta un commento