Cerca nel blog

sabato 20 maggio 2017

La cucitrice




Per tutto il pomeriggio della festa
la ragazza ha cucito alla finestra.
Ma adesso che comincia ad annottare
c'è da cavarsi gli occhi ad agucchiare,
e lei chiude il cestino dei lavori
e si leva e si affaccia a guardar fuori.

Sotto i lampioni grandi come lune
passa la gente e pare un cupo fiume.
Dalla campagna giungono folate
d'erba fresca e di timo profumate.

La ragazza ha un gran peso sovra il cuore;
le brucian gli occhi e la testa le duole...
Nel cielo pallidissimo s'affisa
(il vento adesso sa d'erba luisa);
poi s'apre un po' la blusa sovra il petto,
e porge all'aria il collo di mughetto.



- Diego Valeri -

Nessun commento:

Posta un commento