Cerca nel blog

mercoledì 22 novembre 2017

Tempo di Avvento

Un articolo di Mianna

Quando si chiudono le porte di novembre, si spalancano quelle dell'Avvento, quel periodo cioè di quattro settimane che porta dritto dritto al Natale.
Già in epoca pre-cristiana per i Romani adventus significava la venuta, una volta all'anno, della divinità nel suo tempio. In epoca più tarda assunse anche il significato di visita dell'Imperatore.
Nella liturgia cristiana la festa dell'Avvento comprende le quattro domeniche precedenti il Natale in cui i fedeli si preparano a festeggiare la nascita di Gesù.




E' un periodo di attesa che viene vissuto con particolare entusiasmo dai bambini, ma che finisce per contagiare anche gli adulti, che pur consapevoli delle implicazioni commerciali che sottintende, si lasciano coinvolgere (quasi tutti...) dall'atmosfera festosa che li circonda.

Un tempo bastava un po' di neve a creare l'atmosfera natalizia, magari qualche  pino imbiancato, il profumo di aranci e mandarini, il desiderio di un dono lungamente atteso che forse, a breve, si sarebbe realizzato. E poi c'erano le storie, le poesie, i canti di Natale, le cartoline d'auguri. Oggi è tutto diverso, più ricco, più rumoroso, più scintillante e va bene così, perchè è giusto che le cose cambino e ciascuno viva il suo tempo.

E poi può capitare che anche  chi pensava di sapere quasi tutto sull'Avvento, trovi qualche sorpresa inaspettata.

Io, ad esempio, non conoscevo la tradizione della corona dell'Avvento,una corona circolare, simbolo di unità ed eternità, formata da rami di piante sempreverdi al cui interno sono inserite quattro candele.







Le quattro candele rappresentano le quattro domeniche dell'Avvento e ciascuna ha un nome e un significato particolari:

la prima candela è detta"del Profeta", perchè ricorda le profezie sulla venuta del Messia;
la seconda è detta "di Betlemme" per ricordare la città in cui Gesù è nato;
la terza candela è detta "dei pastori", i primi ad adorare il Messia;
la quarta  candela è detta "degli Angeli" , i primi ad annunciare al mondo la nascita del Messia.

Secondo un'altra tradizione ugualmente diffusa le quattro candele rappresentano la Speranza, la Pace, la Gioia e l'Amore.

E, a proposito di angeli, mi è sembrata proprio carina la storia che segue; dovrebbe piacere molto ai bambini e anche agli adulti purchè abbiano ancora un cuore da fanciulli :

" Gli angeli dell'Avvento sono quattro, proprio come le quattro settimane che preparano al Natale.Vengono in visita sulla Terra, indossando abiti di quattro colori diversi, ciascuno dei quali ha un particolare significato.





L'Angelo blu: durante la prima settimana un grande angelo discende dal Cielo tra gli uomini per invitarli a prepararsi al Natale. E' vestito con un grande mantello blu, intessuto di silenzio e di pace. Il blu del suo mantello rappresenta appunto il silenzio e il raccoglimento.



L'Angelo rosso: durante la seconda settimana un angelo con il mantello rosso scende dal Cielo, portando con la mano sinistra un cesto vuoto. Il cesto è intessuto di raggi di sole e può contenere soltanto ciò che è leggero e delicato. L'angelo rosso passa sopra tutte le case e cerca, guarda nel cuore di tutti gli uomini, per vedere se trova un po' d'amore. Se lo trova, lo prende, lo mette nel cesto e lo porta in alto nel Cielo. Lassù, le anime di tutti quelli che sono sepolti in Terra e tutti gli angeli prendono questo amore e ne fanno luce per le stelle. Il rosso del suo mantello rappresenta l'Amore.







L'Angelo bianco: nella terza settimana un angelo bianco e luminoso scende sulla terra. Tiene nella mano destra un raggio di sole.Va verso gli uomini che conservano in cuore l'Amore e li tocca con il suo raggio di sole. Essi si sentono felici perchè nell'Inverno freddo e buio, sono rischiarati e illuminati. Il sole brilla nei loro occhi, avvolge le loro mani,i loro piedi e tutto il corpo. Anche i più poveri e umili sono così trasformati ed assomigliano agli angeli, perchè hanno l'amore nel cuore. Soltanto coloro che hanno l'amore nel cuore possono vedere l'Angelo bianco. Il bianco è il simbolo della luce e brilla nel cuore di chi crede.



L'Angelo viola: nella quarta e ultima settimana dell'Avvento, appare in cielo un angelo con un mantello viola. L'angelo viola passa su tutta la terra, tenendo con il braccio sinistro una cetra d'oro.Manca poco all'arrivo del Signore. Il colore viola è formato dall'unione del blu col rosso, quindi il suo mantello rappresenta l'amore vero,quello profondo che nasce quando si sta in silenzio e si ascolta la voce del Signore dentro di noi.

Nessun commento:

Posta un commento